Categoria: Progettazione

Ristrutturazioni di abitazioni private

Le ristrutturazioni delle abitazioni private sono principalmente finalizzate a raccogliere le esigenze di chi vi abiterà e si articolano generalmente nella rivisitazione della distribuzione interna, nel rinnovo e ampliamento dei vani e nella ricerca di materiali e finiture che raccolgano i gusti e le esigenze specifiche della committenza. Per ristrutturazioni di pregio queste prestazioni vengono svolte in affiancamento a designer scelti dalla committenza.

PRESTAZIONE SVOLTA

Progettazione totale o della sola parte tecnica e direzione lavori dell’intero intervento

Variante alla S.P. n. 4 “Galliera” dalla Via Colombo alla S.P. n. 3 “Trasversale di Pianura”

Per fluidificare il traffico della S.P. 4 Galliera, nel tratto di attraversamento degli abitati di Castelmaggiore e Funo di Argelato, la Città Metropolitana di Bologna ha appaltato i lavori di realizzazione di una variante ‘extraurbana’ che, sviluppandosi in direzione nord-sud, ad ovest dei centri abitati, consenta al traffico della S.P. 3 “Trasversale di Pianura”, di raccordarsi con la rete viaria a nord di Bologna, con evidenti vantaggi sia per l’utenza, sia per i residenti delle aree urbane.

La nuova arteria, che si sviluppa per circa 5.4 km, con una carreggiata standard da 10.60 m, presenta, lungo il tracciato uno svincolo a rotatoria e 4 svincoli a livelli sfalsati. Le opere d’arte principali sono costituite da 5 ponti a travi accostate in c.a.p., oltre a 5 sottopassi scatolari che danno continuità alla rete viaria locale.

I lavori, per un importo di circa 13.000.000 di euro, sono stati eseguiti dalla ditta BARALDINI S.P.A, per conto della quale è stata svolta sia la progettazione di dettaglio stradale e strutturale, sia l’elaborazione di alcune proposte di variante migliorative, sia la direzione tecnica del cantiere.

PRESTAZIONE SVOLTA

Progettazione costruttiva di dettaglio, progettazione di varianti migliorative, e direzione tecnica di cantiere.

Nuovo edificio direzionale comune di Anzola Emilia (BO)

Per dotarsi di una nuova sede, PROMOTEC s.r.l. ha commissionato la progettazione e l’esecuzione di un nuovo edificio, nel Comune di Anzola dell’Emilia, in un un lotto di terreno su cui insisteva un opificio industriale dismesso, che è stato demolito.
Il fabbricato risulta composto da due volumi contigui, comunicanti funzionalmente tra loro ma strutturalmente distinti. Il primo volume, (corpo A) presenta una pianta quadrata di circa 25 m di lato e si sviluppa su due piani fuori terra ed un piano interrato. Al centro è presente un ampio pozzo luce.
Il secondo volume (corpo B) presenta una pianta rettangolare di circa 25 x 12 m e si sviluppa su 4 piani fuori terra ed un piano interrato.
Il piano interrato del corpo A, accessibile mediante una rampa carrabile, è adibito ad autorimessa a servizio del fabbricato.
Il piano terra del corpo A e parte di quello del corpo B sono destinati a zona di rappresentanza di Promotec, con sale riunioni, sala conferenze e zona espositiva/laboratorio didattico, oltre alla presenza di un piccolo appartamento sul retro per il custode dello stabile. I piani superiori sono invece destinati ad uffici.
L’elevazione dell’edificio è stata realizzata attraverso una struttura prefabbricata costituita da pilastri e travi in c.a. e da solai a pannelli prefabbricati in c.a.p. con soletta collaborante gettata in opera. La maggior parte delle pareti di tamponamento esterne sono state realizzate con struttura a pannelli prefabbricati, rivestita da una facciata ventilata montata a secco sui pannelli stessi, costituita da pannelli in fibrocemento e doghe in acciaio Cor-Ten.

PRESTAZIONE SVOLTA

Progettazione definitiva, esecutiva e direzione lavori dell’intero intervento

Riqualificazione di alcune stazioni ferroviarie

Gli interventi hanno riguardato svariate stazioni ferroviarie gestite da RFI-Direzione Operativa Infrastruttura Territoriale Bologna. Tra queste in particolare si riportano quelle di San Benedetto Val di Sambro, Porretta, Grizzana Morandi, Vergato e Rimini. 

Gli interventi sono stati realizzati nell’ottica di dare uniformità estetica e funzionale alle diverse stazioni del territorio e hanno riguardato, in particolare, il miglioramento dell’accessibilità, mediante l’inserimento di ascensori per l’accesso ai marciapiedi dal sottopassaggio, la realizzazione di percorsi tattili per disabili visivi e l’innalzamento dei marciapiedi ad H55. L’ammodernamento delle finiture ha riguardato le nuove pavimentazioni sui marciapiedi e nel sottopassaggio, i nuovi rivestimenti smontabili delle pareti in vetro o gres con fasce in acciaio conteneti l’illuminazione, i nuovi rivestimenti delle scale e, dove mancanti, la realizzazione di nuove pensiline in acciaio. Completa gli intereventi il rinnovo degli impianti elettrici e speciali con nuovi sistemi elettronici di informazione al pubblico e nuova illuminazione e, in alcuni casi, il restyling del fabbricato viaggiatori  attraverso il risanamento delle facciate e il rinnovo delle finiture e degli impianti.

PRESTAZIONE SVOLTA

Progettazione esecutiva nell’ambito dell’Accordo Quadro per la manutenzione straordinaria delle opere civili stipulato tra RFI – Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. e l’Impresa Costruzioni Edili Baraldini Quirino S.p.A.

Piano Urbanistico per la riqualificazione della Caserma Sani di Bologna

Il Complesso immobiliare della ex Caserma Sani si estende su una superficie di circa 105.000 e ospita una ventina di edifici di varie tipologie e dimensioni. Esso è sottoposto a tutela dal D.Lgs. 42/2004.
Nel dicembre 2016 CdP Immobiliare Sgr, proprietaria del compendio, ha indetto un concorso internazionale per la riqualificazione urbanistica dell’area.

Vincitore del concorso, cui hanno partecipato 84 gruppi di progettazione italiani e stranieri, è risultato il raggruppamento composto dallo studio DOGMA di Bruxelles, insieme a 2PIGRECO (Italia), NOW FOR ARCHITECTURE (Finlandia). PLANT EN HOUTGROED (Belgio).

La proposta di assetto urbanistico vincitrice del concorso è stata posta a base della successiva redazione del Piano Urbanistico Attuativo (PUA) di iniziativa privata nell’ambito delle prescrizioni del Piano Operativo Comunale.

Il masterplan si pone come scopo principale quello di garantire la continuità e il rapporto tra le strutture fisiche, di servizio, e sociali esistenti e quelle future, mantenendo e sviluppando l’integrazione degli edifici con la città e il contesto sociale circostante. Per questo motivo si prevede la presenza di funzioni miste e varie tipologie edilizie che permettono di includere nel piano spazi pubblici e servizi come spazi per i giovani, verde pubblico, servizi educativi, impianti sportivi. Grande importanza viene data alla progettazione degli spazi verdi ed alla rete di connessioni creata da percorsi pedonali e ciclabili, che si alternano a spazi di incontro quali piazze e giardini. Si prevede la realizzazione di un parco lineare lungo l’asse dell’ex ferrovia di Malalbergo che avrà lo scopo di organizzare gli interventi futuri. Al fine di massimizzare l’accessibilità sia pedonale che carrabile si prevedono parcheggi sopraelevati o interrati, riservando quindi il massimo spazio possibile alla realizzazione di aree pubbliche.

PRESTAZIONE SVOLTA

Progettazione ingegneristica definitiva delle dotazioni territoriali (viabilità, reti impiantistiche, rete di smaltimento acque, edifici da cedere al Comune di Bologna).

  • 1
  • 2

2PIGRECO s.r.l.

Via Castiglione 81, 40124, Bologna
P.Iva: 02882331206