Categoria: Direzione Lavori

Nuovo edificio direzionale comune di Anzola Emilia (BO)

Per dotarsi di una nuova sede, PROMOTEC s.r.l. ha commissionato la progettazione e l’esecuzione di un nuovo edificio, nel Comune di Anzola dell’Emilia, in un un lotto di terreno su cui insisteva un opificio industriale dismesso, che è stato demolito.
Il fabbricato risulta composto da due volumi contigui, comunicanti funzionalmente tra loro ma strutturalmente distinti. Il primo volume, (corpo A) presenta una pianta quadrata di circa 25 m di lato e si sviluppa su due piani fuori terra ed un piano interrato. Al centro è presente un ampio pozzo luce.
Il secondo volume (corpo B) presenta una pianta rettangolare di circa 25 x 12 m e si sviluppa su 4 piani fuori terra ed un piano interrato.
Il piano interrato del corpo A, accessibile mediante una rampa carrabile, è adibito ad autorimessa a servizio del fabbricato.
Il piano terra del corpo A e parte di quello del corpo B sono destinati a zona di rappresentanza di Promotec, con sale riunioni, sala conferenze e zona espositiva/laboratorio didattico, oltre alla presenza di un piccolo appartamento sul retro per il custode dello stabile. I piani superiori sono invece destinati ad uffici.
L’elevazione dell’edificio è stata realizzata attraverso una struttura prefabbricata costituita da pilastri e travi in c.a. e da solai a pannelli prefabbricati in c.a.p. con soletta collaborante gettata in opera. La maggior parte delle pareti di tamponamento esterne sono state realizzate con struttura a pannelli prefabbricati, rivestita da una facciata ventilata montata a secco sui pannelli stessi, costituita da pannelli in fibrocemento e doghe in acciaio Cor-Ten.

PRESTAZIONE SVOLTA

Progettazione definitiva, esecutiva e direzione lavori dell’intero intervento

Riqualificazione di alcune stazioni ferroviarie

Gli interventi hanno riguardato svariate stazioni ferroviarie gestite da RFI-Direzione Operativa Infrastruttura Territoriale Bologna. Tra queste in particolare si riportano quelle di San Benedetto Val di Sambro, Porretta, Grizzana Morandi, Vergato e Rimini. 

Gli interventi sono stati realizzati nell’ottica di dare uniformità estetica e funzionale alle diverse stazioni del territorio e hanno riguardato, in particolare, il miglioramento dell’accessibilità, mediante l’inserimento di ascensori per l’accesso ai marciapiedi dal sottopassaggio, la realizzazione di percorsi tattili per disabili visivi e l’innalzamento dei marciapiedi ad H55. L’ammodernamento delle finiture ha riguardato le nuove pavimentazioni sui marciapiedi e nel sottopassaggio, i nuovi rivestimenti smontabili delle pareti in vetro o gres con fasce in acciaio conteneti l’illuminazione, i nuovi rivestimenti delle scale e, dove mancanti, la realizzazione di nuove pensiline in acciaio. Completa gli intereventi il rinnovo degli impianti elettrici e speciali con nuovi sistemi elettronici di informazione al pubblico e nuova illuminazione e, in alcuni casi, il restyling del fabbricato viaggiatori  attraverso il risanamento delle facciate e il rinnovo delle finiture e degli impianti.

PRESTAZIONE SVOLTA

Progettazione esecutiva nell’ambito dell’Accordo Quadro per la manutenzione straordinaria delle opere civili stipulato tra RFI – Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. e l’Impresa Costruzioni Edili Baraldini Quirino S.p.A.

Realizzazione di una rotatoria a Sala Bolognese

La Strada Provinciale n. 3 “Trasversale di Pianura”, costruita circa 50 anni fa, ha determinato un taglio netto in direzione est-ovest tra l’abitato di Padulle, a nord e gli abitati di Sala Bolognese e Osteria Nuova, a sud, con forte disagio specie per l’utenza ‘debole’ rappresentata da pedoni e ciclisti che si muovono in direzione nord-sud lungo la Via Gramsci.
Il progressivo aumento del traffico veicolare sulla “Trasversale di Pianura” ha progressivamente aggravato la situazione. L’intersezione tra la Via Gramsci e la S.P. 3, regolata da un incrocio semaforizzato ha determinato:

  • Problemi di sicurezza per pedoni e ciclisti
  • Problemi di incidentalità per i veicoli leggeri e pesanti
  • Problemi di congestione del traffico veicolare nelle ore di punta
  • Problemi di inquinamento atmosferico e acustico dovuti al semaforo

Accanto a queste problematiche, vi è poi da considerare l’esigenza di migliorare la percezione visiva dell’intersezione ed il suo aspetto estetico, caratterizzandone la visibilità e la facile identificabilità come snodo tra la viabilità extraurbana e il nucleo abitato di Sala Bolognese. Ciò anche in relazione alla presenza della vicina Basilica romanica.
Il Comune di Sala Bolognese ha quindi deciso di razionalizzare l’intersezione attraverso la realizzazione di una rotatoria e di un sottopasso ciclopedonale che dia continuità alla viabilità ciclabile già presente in direzione nord-sud.
L’intervento è stato realizzato come opera a scomputo da parte di un soggetto privato, nell’ambito di un più ampio Accordo di Programma tra il Comune e la Città Metropolitana di Bologna.
L’opera, oggi completata, ha fornito un significativo contributo alla risoluzione o attenuazione dei problemi sopra richiamati, garantendo in particolare la circolazione in sicurezza di pedoni e ciclisti.

PRESTAZIONE SVOLTA

Progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva, direzione lavori e coordinamento della sicurezza.

2PIGRECO s.r.l.

Via Castiglione 81, 40124, Bologna
P.Iva: 02882331206